Il Tempo

Il tempo è al mio fianco lo sento parlare

Quando passa vicino mi fa certo pensare

Vorrei non dormire e non essere stanco

Se farà l’occhiolino voglio farmi trovare

Il tempo è potente come lo è l’universo

Sua madre è la vita che ricerca un dio perso

Le albe e i tramonti fanno crescere i fiori

E la luce che passa fa brillare i colori

Verrà la stagione che taglia teste ai serpenti

E tutti gli anni incrinati saranno dispersi ai venti

Tanti giorni furiosi da forzati lamenti

Batteranno le mani per sorprendere i tempi

Tra gli dei è il più anziano costante e paziente

È sempre esistito e non si è mai arricchito

Superar l’infinito aiuta la mente

Ma saremo uno e zero quando lui avrà finito

Il tempo non nasce e se hai tempo non muori

Non cresce e rimane costante in eterno

Conosce le vite e tutti i suoi umori

Esiste in silenzio come l’amore paterno

Sempre grato e maturo non accetta gli inganni

Se ti guarda non cambia e non lava i tuoi panni

Il tempo non ama ma è sazio d’amore

Attendiamo la pace di un sottile chiarore

La musica ha il tempo come amico leale

Predilige il suo ritmo essenziale e tribale

costruisce le note di valori diversi

Ottiene attenzione da sentimenti dispersi

Consuma visioni di mondi a venire

Ma vomita voci di storie passate

Minaccia poi il crollo a chi sa costruire

Ma dona alla vita mille luci incantate

Il valore del tempo potrà essere d’oro

E il suo colore un riflesso d’argento

Non svelerà mai il segreto per trovare il tesoro

Che appare in un sogno nel firmamento

Invisibile immagine di ogni specchio di vita

Vaga come nel nulla e per nulla impaurito

Come polvere è fragile si dissolve nel vento

E alla quinta stagione migra via dal cemento

L’esistenza è il regno di un fantasma che giura

Sia di tempo d’impegno di follia o di natura

Come segno il suo viso è trasparente acqua pura

Come sogno è un sorriso che dà amore o tortura

La natura del tempo non proviene dagli anni

Ma è il concetto di forza di milioni di inganni

È bastato un momento di accecante bagliore

E da lì è nato il tempo…..noi inventammo le ore